Barbari

Sparire per un po'

Testo Claudia Crabuzza
Musica Luigi Marielli
Edizioni Tajrà/RaiTrade

Sparire per un po' per respirare polvere
di strade senza asfalto erba e spine intorno
e gente senza fretta non ti chiede chi sei
ma se vuoi ti puoi fermare a mangiare è poco ma è tanto per te

Sparire per un po' dimenticare il mondo qui
fidarsi di un uomo che ti indica la via
come se fosse niente volergli già bene
più di quanto io ne ho voluto a te in tutto questo tempo

Sparire ma non per paura di affrontarti
ti ho già affrontato e non vali quanto un'ora di tramonto
le tue scene surgelate da scaldare priorità sballate
l'ultima per te è la prima per me
e le tue cazzate io non ne ho più voglia

Sparisco per un po' per respirare polvere
la voglio nei polmoni più delle tue sigarette
e delle tue difese e mi piace averti lasciato
tu non conosci la differenza tra me e te

E sparisco per perdonare tutto respirerò il profumo della terra
e parlerò con una vecchia curva che non ricorda nemmeno il suo nome
ma sa insegnarmi a ridere di me
voglio camminare scalza
finché le scarpe saranno un privilegio
voglio camminare scalza