Cuore?

Un aleph

Testo Claudia Crabuzza
Musica Fabio Manconi
Edizioni Tajrà/RaiTrade

Son seduta sullo specchio
e si vede il fondo
e poi basta un sasso
tutto torna mosso
e si scioglie sotto gli occhi
come fosse nuovo
se lo mangia un’onda
tutto che sprofonda
e non so se è vero adesso non è vero

E non serve domandare
quanto è grande il mondo
se non vuoi andare se non sai capire
se non senti niente
ho scoperto un aleph
dove si vede dentro
ogni pesce rosso
ogni sasso perso
anche Miguel Angel che non si trovava

La macchia a un passo dal mare
il mare a un passo da me
piedi appesi ad aspettare
che li prenda l’onda

Son seduta sullo specchio
e si vede il fondo
e poi basta un sasso
tutto torna mosso
ho trovato un aleph
dove si vede il mondo
ma questo rumore
come sottofondo
non mi fa godere
il cielo tutto intorno